Note informative sull'"Assegno per il nucleo familiare numeroso" (legge 448/98)

COS'E' L'ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE:
E' una misura di sostegno economico a favore delle famiglie numerose nelle quali vi siano almeno 3 figli minori.

CHI HA DIRITTO ALL'ASSEGNO
Il Cittadino italiano
il Cittadino comunitario
il Cittadino di stati extra europei in possesso di carta di soggiorno CE di lungo periodo o del diritto di soggiorno permanente
il Cittadino rifugiato politico, i familiari e superstiti, Art. 27 del D.lgs. n. 251/07 che ha recepito la Direttiva 2004/83/CE (art. 28), ma anche artt. 2 e 4 Reg. CE 883/2004;
il Cittadino apolide, i familiari e superstiti, Artt. 2 e 4 Reg. CE 883/2004;
il Cittadino titolare della protezione sussidiaria, Art. 27 del D.lgs. n. 251/07, che ha recepito la direttiva 2004/83/CE (art. 28);
il Cittadino che abbia soggiornato legalmente in almeno 2 stati membri, i familiari e superstiti, Art. 1 Reg. UE 1231/2010;
il Cittadino familiare del cittadino dell’Unione e del cittadino Italiano, Art.19 e Art. 23 D.lgs. 30/2007, che ha recepito la direttiva 2004/38/CE (art. 24);
il Cittadino familiare di cittadini italiani, dell'Unione e soggiornanti di lungo periodo che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, Art.13 legge 97/2013 in attuazione della Direttiva 2003/109/CE; chiarimenti nella Circolare Inps n. 5 del 15/01/2014; Direttiva 98/2011 e Dlgs. 40/2014;
il Cittadino titolare del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo Art. 65 Legge n. 448/1998 modificato dall’art. 13 Legge n. 97/2013 e art. 11 Direttiva 2003/109/CE; art. 74 D.lgs. 151/2001;
i Cittadini / lavoratori di Marocco, Tunisia, Algeria e Turchia e familiari - Accordi Euromediterranei;
il Cittadino titolare del permesso unico per lavoro o con autorizzazione al lavoro e i familiari e superstiti, ad eccezione delle categorie espressamente escluse dal D.lgs. 40/2014.Art. 12 c. 1 lett. e) della Direttiva 2011/98/UE, salvo quanto previsto dall'art. 1 c. 1 lett. b) Dlgs. 40/2014 di attuazione della direttiva.

Per avere diritto inoltre è necessario:
avere la residenza in uno dei comuni facenti parte l'Unione Terra di Mezzo (Cadelbosco di Sopra, Bagnolo in Piano, Castelnovo di Sotto)
- avere almeno 3 figli minorenni, propri o del coniuge o in affidamento adottivo o preadottivo;
- disporre di un'attestazione ISE-ISEE in corso di validità del nucleo familiare (necessaria per certificare la situazione economica del nucleo);
Per lo stesso nucleo si può inoltrare una sola domanda.
 
A CHI BISOGNA FARE LA DOMANDA
La domanda va inoltrata preso il Comune di residenza del nucleo familiare compilando apposito modulo disponibile presso Sportello Sociale negli orari di apertura al pubblico.
La domanda dovrà essere presentata entro il 31 Gennaio dell'anno successivo a quello per il quale si inoltra richiesta di contributo.
Per compilare la domanda, sottoscritta dal richiedente nella sua qualità di genitore dei minori.
Nella domanda andrà dichiarato il giorno dal quale nel nucleo vi sono 3 figli minori (es: i 3 figli minori sono presenti dal 1° luglio 2001 oppure dal 1° febbraio 2001, ecc..).

PAGAMENTO DELL'ASSEGNO
L'assegno viene concesso dal Comune ed è corrisposto dall'INPS.

 
CONTROLLI
I Comuni effettueranno controlli sulla composizione del nucleo e sulla situazione economica, anche rivolgendosi al Ministero delle Finanze: la Guardia di Finanza potrà verificare il patrimonio mobiliare presso i gestori (banche, posta, ecc..)
 


Ultimo aggiornamento: 04/03/16

CALENDARIO EVENTI
DOVE SIAMO
dove siamo
L'altro teatro L'altro Teatro